we dance to all the wrong songs

A proposito di quanto detto nel post precendente… ecco cosa si intende per “battaglia interna al grande capitale”!

Posted: marzo 21st, 2009 | Author: | Filed under: news | Commenti disabilitati su A proposito di quanto detto nel post precendente… ecco cosa si intende per “battaglia interna al grande capitale”!

…e prima di procedere alla lettura dell’articolo copiaincollato da repubblica.it beccatevi un paio di gustose citazioni da “Luci e ombre di google” del collettivo Ippolita:

A prescindere dalle alleanze che verranno strette, la convergenza tecnologica che si sta realizzando ci sembra una direzione nuova nella visione di google come unico punto di accesso, di gestione e di mediazione dei dati digitali. Si delinea insomma la distopia di google come aspirante Grande fratello, pericolosa ed affascinante come ogni scontro epocale: il web è il nuovo territorio di competizione selvaggia verso l’affermazione di un nuovo standard di comunicazione. Uno standard paradossalmente “personalizzato” con servizi e proposte differenziate sulla base dei gusti degli utenti: ormai da alcuni anni la parola d’ordine è: personalizzazione di massa”. Un ossimoro, certo, che rivela però l’importanza della posta in gioc, un vero e proprio slittamento di paradigma, dal consumismo seriale dell’industria di massa al consumismo personalizzato, che viene spacciato come frutto della “libera scelta”

…ma il bello deve ancora venire:

In un contesto arretrato come quello italiano, in cui le aziende, anche nel settore dell’IT, continuano ad applicare obsolete logiche fordiste doi produzione di massa, senza valorizzare minimamente le potenzialità degli individui, potrebbe apparire sprezzante l’attacco nei confronti del capitalismo dell’abbondanza alla google.

Read the rest of this entry »


UNA NUOVA LEGGE CONTRO LA LIBERA CIRCOLAZIONE DEI CONTENUTI… A CHI CONVIENE?

Posted: marzo 19th, 2009 | Author: | Filed under: news | Commenti disabilitati su UNA NUOVA LEGGE CONTRO LA LIBERA CIRCOLAZIONE DEI CONTENUTI… A CHI CONVIENE?

Tra circa un mese, così come annunciato orgogliosamente dal Comitato Anti-Pirateria del governo Berlusconi, sarà pronta una proposta di legge contro il p2p e la libera circolazione dei contenuti su internet. Già da ora però non è difficile immaginare chi ne farà le spese: la stragrande maggioranza degli utenti del web, e tutti quelli che utilizzano la rete per accedere liberamente a quei contenuti che il mercato editoriale, discografico e cinematografico ha trasformato in privilegi, a disposizione solo di chi può ancora spendere nei megastore della grande distribuzione.

Questa nuova offensiva nei confronti dell’accesso alle conoscenze è innanzitutto l’ennesima puntata di una battaglia interna al grande capitale, tra soggetti economici in competizione tra loro. Soggetti che, già da qualche anno, utilizzano gli autori, gli artisti, gli appassionati e i semplici utenti come carne da macello per alimentare, di volta in volta, l’uno o l’altro modello di business.

Read the rest of this entry »